La partecipazione agli utili è finalizzata a motivare i lavoratori al miglioramento della produttività dellimpresa, favorendone un maggiore coinvolgimento attivo.
Il datore di lavoro dovrà applicarla a: i dipendenti che sono stati in forza per facebook regala iphone tutto lanno precedente, che non hanno però superato reddito.000 euro ai dipendenti che non sono stati in forza per tutto lanno ma che comunque, sommando i redditi percepiti.
Le partecipazioni sono detassate sino a un tetto massimo.500 euro a dipendente.Nonostante nelle intenzioni del legislatore sarebbe dovuta essere una norma una tantum, in realtà la detassazione dei premi produttività è stata rinnovata tutti gli anni, con eccezione del 2015, per mancanza di fondi.Questo però non può voler dire che quanto riportiamo in queste pagine sia valido per i prossimi anni di imposta, in quanto la norma potrebbe essere non inserita tra le misure straordinarie del prossimo anno, oppure le al" potrebbero essere, come è già avvenuto.Limposta del 10, limitatamente ai casi sopra citati e comunque entro il limite dei.000 euro lordi su base annua, va a sostituire il normale scaglione Irpef.Lerogazione dei premi di risultato per lanno 2016 è subordinata a determinati risultati aziendali che devono essere riferiti agli incrementi di: produttività; redditività; qualità; efficienza; innovazione.Gli straordinari, secondo una nota risoluzione dellAgenzia delle Entrate 1, rientrano nella detassazione solo qualora siano riconducibili a incrementi di produttività, innovazione, efficienza organizzativa e ad altri elementi di redditività e competitività legati allandamento economico aziendale.Il Confindustria, cgil, cisl e UIL hanno sottoscritto l accordo quadro su i premi di risultato aziendali che fornisce un modello premio letterario alfred doeblin che consente anche alle imprese prive di rappresentanza sindacale lapplicazione delle agevolazioni fiscali sulla produttività dei premi di risultato e di welfare contrattuale.Le informazioni che troverete in questa trattazione fa riferimento al periodo di imposta 2016.



Detassazione premio di produttività 2016: online la procedura per le aziende.
A chi conviene questa norma?
Salari di produttività, del welfare aziendale idee regalo natale 2014 fai da te e della partecipazione agli utili, sostituzione degli incentivi con beni e servizi: come funziona la detassazione.
Si finisce per il ritrovarsi in busta paga circa 300 euro nel caso di appartenenza allo scaglione del 23 e nel caso di premio di produttività che sia almeno.000 euro lordi, somma che è ovviamente destinata a salire nel caso di dipendenti che.
In via generale possiamo dire che prevede unimposta sostitutiva del 10 per i premi di risultato e dunque di produttività, che vengono corrisposti in seguito ad aumenti di produttività, di redditività dellimpresa, di qualità del prodotto e del servizio, di efficienza nonché di innovazione.Grazie alla Legge di Stabilità 2016, è tornata la detassazione dei premi per la produttività, delle partecipazioni e del welfare aziendale : i benefici fiscali saranno, dora in poi, previsti stabilmente, per i dipendenti che possiedono redditi non superiori.000 Euro.La detassazione di straordinari e premi produttività è stata introdotta nel nostro ordinamento nel 2008, come misura una tantum, che è stata poi rinnovata praticamente ogni anno da leggi ad hoc.Cosa prevede laccordo quadro sulla detassazione dei premi di risultato 2016?Accordo raggiunto tra Confidustria e sindacati nazionali Cgil, Cisl e Uil per la detassazione dei premi di risultato 2016.È importante dunque capire, già in apertura, che si tratta di una misura che è soggetta a rinnovi e cambiamenti di al" anno per anno.È un caso che in realtà riguarda pochissime realtà aziendali in Italia e deve essere considerato dunque come generale e vigente il limite.000 euro.Necessario il contratto aziendale o territoriale Ai fini di rendere possibile lapplicazione della detassazione della produttività devono essere presenti dei contratti di carattere aziendale o territoriale, in ossequio inoltre ai criteri di misurazione che sono indicati dal Ministero del Lavoro, di cui allarticolo.Lgs.Il lavoratore può rinunciare In alcuni casi può essere conveniente per il dipendente rinunciare a questo tipo di agevolazione / detassazione.Con laccordo interconfederale quadro Confindustria e Cgil, Cisl e Uil hanno predisposto un modello di riferimento per la definizione di accordi territoriali sulla detassazione che dovranno poi essere depositati con le modalità e nei termini previsti dal decreto interministeriale.