Appena dagli spalti capivano che pazzia stava compiendo il piumini moncler scontati online Leone cominciò un ola di urli che lo stesso pilota inglese ammise dopo la gara di aver sentito continuamente.
Piquet fece la mossa di cambiare solo una volta le gomme e lui, Mansueto, si ritrovò dopo il suo secondo cambio a regalo ad una neo mamma 16 giri dal termine con 16 secondi di distacco.
Per inciso stiamo parlando di una persona che fuori dallabitacolo sembrava un ragioniere dellinail, con il baffo, la scoppoletta, la panzetta, lo mogliettina che conosceva da una vita e tre figli fare la spesa coi buoni sconto bellissimi: ovviamente siamo nella savana e cè il Leone, Nigel Mansueto Mansell, lultimo pilota.In questo eccelleva, perchè si muoveva a destra e sinistra come un invasato e quello davanti non riusciva a capire dove lui volesse passare.Urla e delirio dal pubblico più rumoroso dei rumori stesso dei motori.PS: il titolo è in onore ad una qualifica monstre del Nigel nel 1992.La sua macchina si era rotta e salì su quella di Patrese, per staccarlo di più di un secondo.



Piquet non ci capisce niente e neanche si accorge di avercelo di lato, tanto che quasi gli va addosso.
Come un invasato ad ogni giro, con i doppiati o senza.
Per cui il malcapitato, imbambolato a guardare a destra e sinistra negli specchietti, decideva per una delle due traiettorie.
Ci sono tante gare, episodi, sorpassi e momenti che ha tirato fuori dal cappello.
Se, senna interpretò per primo e al meglio il concetto di nuova Formula 1 di cui si è parlato, cè stato un pilota che ha provato a rappresentare ancora limpossibile arte di guidare da pazzo furioso e comunque di vincere gare e mondiale.E il Leone lo azzannava dallaltra parte.Quel giorno a Silverstone nel 1987 era evidente che la gara se la potevano giocare solo lui e Piquet, entrambi su una stratosferica Williams.Valvola del turbo a manetta e via con la sequenza piu lunga di giri più veloci della storia della.Più di un secondo al giro gli rosicchiava al brasiliano, che controllava motore e gomme da par suo.Finisce due giri dopo con la bandiera a scacchi, Mansell in trionfo, invasione di pista unica e irripetibile nel tempio british dellautomobilismo.



Lui che rimedia un passaggio e si ferma a baciare la pista nel punto dove ha fatto il sorpasso.