premio giornalistico angelo maria palmieri

La scelta del direttore di schierarsi pubblicamente è stata contestata dallo stesso comitato di redazione, che in alcune occasioni ha richiesto delle verifiche ai vertici dell'azienda RAI.
Mimun, passando per la direzione di Gianni Riotta dal 2006 al pampers regala stampe fotografiche 2009, al marzo 2010, dopo meno di un anno di direzione di Minzolini, la" di share sarebbe scesa, facendo perdere al TG1 un milione di telespettatori.
Anni 2010 modifica modifica wikitesto Direttori Direzione Minzolini modifica modifica wikitesto Il ugusto Minzolini viene nominato a maggioranza dal CdA Rai direttore del TG1, senza i voti di tre esponenti del centrosinistra, che avevano abbandonato l'aula, giudicando la nomina "irricevibile ottenendo il voto favorevole dell'allora.
Anni '80 modifica modifica wikitesto Direttori All'inizio degli anni ottanta vengono aggiunte l'edizione pomeridiana delle 18 e quella di mezza sera, condotta inizialmente da Tiziana Ferrario.Dall'esordio e fino agli anni 1990 il TG1 (al pari dei più "giovani" TG2 e TG3) andò in onda dal Centro di Produzione TV (cptv) Rai di via Teulada a Roma, ove ciascuna redazione aveva a disposizione un piano completo dello stabile, con annesso studio.Nell'occasione, la trasmissione viene convertita al formato d'immagine 16:9 (abbandonando il 4:3 come già implementato tra 2012 e 2014 per i gemelli TG2 e TG3 ) e il telegiornale viene per la prima volta trasmesso anche in alta definizione nativa ( HD ) sul canale.Tale pratica viene utilizzata solo per le edizioni principali delle.30 e delle.00.Il sabato va in onda all'interno dell'edizione la rubrica Persone mentre al termine è succeduta da Dialogo.Dal 2018 è diretto.La rubrica comprendeva inoltre il commento di un grande giornalista sui principali fatti del giorno.Il motivo della polemica è la messa in onda di alcune immagini violente all'interno di un servizio di David Sassoli sul tema della pedofilia, trasmesse sia dal Tg1 che dal Tg3 diretto da Nino Rizzo Nervo.



Dal 5 settembre 2016, al suo interno, intorno alle 16:35, va in onda anche il TG1 Economia (precedentemente in onda alle 14:00 in un'edizione staccata da quella delle 13:30).
L'identità del telegiornale viene contestualmente rinnovata sia dal punto di vista grafico che da quello musicale (ove inviare regali all estero per le edizioni delle 8:00, 13:30, 20:00 e Notte viene introdotto un nuovo sottofondo per i titoli, composto allo scopo dal musicista premio Oscar Nicola Piovani ).
TG L'una, rotocalco domenicale in onda alle ore 13:00 e condotto da Paolo Cavallina, Romano Battaglia, Elio Sparano, Giuseppe Breveglieri, Melo Freni ed Enzo Stinchelli TG1 Prisma, rubrica in onda tutti i sabati dopo l'edizione delle 13:30 curata da Lello Bersani e Gianni Raviele.
A seguito del terremoto dell'Aquila del il TG1 venne fortemente contestato e accusato di sciacallaggio mediatico per avere esaltato, nell'edizione delle 13:30 del giorno successivo, i dati di ascolto delle edizioni dedicate al terremoto stesso.
Dal l'edizione della domenica va in onda alle 17:30.Dal lunedì alla domenica è preceduta dalle anticipazioni, in onda alle 19:39.Tra gli speaker vi erano inizialmente Luigi Carrai e Giuseppe D'Amore ; a loro si aggiunsero Roberto Di Palma e Adriana Retacchi.Anni '90 modifica modifica wikitesto Direttori Nel 1992, con l'agguerrirsi della concorrenza esterna alla TV di Stato e la nascita del TG5 di Enrico Mentana, già redattore e conduttore delle edizioni di mezza sera del Tg1, avviene il restyling della testata, che viene chiamata Telegiornale.Il il CdA RAI ha confermato Maccari alla direzione del TG1 fino al 31 dicembre dello stesso anno.



Art director della testata furono Renato Startari (negli anni settanta) e Giuseppe Rogolino dopo l 1999.
Viene inoltre rivisto il logo, realizzato da Bruno Bucci ricalcando il disegno progettato da Massimo Vignelli e usato dal 1977 al 1986.
Artefice del nuovo look è il direttore Bruno Vespa, che commissiona a Gianni Boncompagni anche la progettazione di un nuovo studio, composto da uno sfondo video wall che mostra una redazione in attività, improntata allo stile americano.