torricella peligna premio letterario di fabrixio

Grazie, infine, a una grande artista dal futuro radioso, Giusy Grande - La micia sul tetto.
Premio Nazionale di Narrativa e di Disegno Valeria Di Fabrizio, ideato e coordinato dal lancianese.
Si aggiudicano il primo premio per la regali per bambini di 2 anni e mezzo sezione riservata alla narrativa, a sua volta suddivisa in tre settori, rivolti rispettivamente agli alunni della scuola primaria, della scuola secondaria di primo grado e della scuola secondaria di secondo grado, Emanuele Andreoli, Francesco Menno Di Bucchianico, Alberto.Infine, per la scuola media e la scuola superiore, i primi classificati sono rispettivamente, ashley Shibota, al terzo anno dellIstituto Comprensivo.Il sogno di Valeria continua a volare sulle ali della fantasia e dell'amicizia per tutta Italia, e forse anche oltre.Francavilla al Mare, mentre per la scuola superiore la giuria ha scelto il testo.In allegato il Bando.Giusy Amyris Grande, che con altrettanta generosità ha messo a disposizione i suoi disegni e ne ha realizzato altri ad hoc per il Premio, con una cura, un'attenzione e una premura commoventi.



Un ritorno a sognare ; vincitrice per la scuola secondaria di primo grado, con il componimento.
L'impegno degli organizzatori è quello di diffondere il più possibile la storia della bambina "rampante" che vagheggiava un'esistenza tra gli alberi.
Palizzi di Lanciano, con La porta dei sogni.
L'iniziativa, ideata da Antonio Monte e nata per non dimenticare la piccola Valery, bambina torricellana scomparsa nel 2015, a soli dieci anni, si avvale della collaborazione e del sostegno della famiglia Di Fabrizio e dell'Associazione Nazionale Alpini Sezione Abruzzi Gruppo di Torricella Peligna, dell'Avis don.La partecipazione al concorso è gratuita.Numerosi i premi speciali e i riconoscimenti attribuiti dalla giuria, presieduta da Antonio Spadano, poeta lancianese.Villa Santa Maria dellIstituto.Tornareccio, con, il sogno continua, e Rebecca Menna, studentessa della IV B del Liceo Artistico.Cifre che, in una società che pare votata all'effimero, parlano invece della voglia dei più giovani di esprimersi (e anche bene) attraverso la scrittura e il disegno.Casa Editrice Rocco Carabba, la Casa editrice, edizioni Tabula Fati e le, edizioni IlViandante.Rocco Carabba di Lanciano, le Edizioni, il Viandante di Chieti e la Casa Editrice.